00466_DIGITAL_RGB.jpg 00232_Digital_RGB.jpg

00564_RGB_DIGITAL.jpg

00596_Digital_RGB 00597_Digital_RGB.jpg

IT Contracting

Driving Projects

News

TECH SUPPORT
QUANDO L’IT SORREGGE VITA E LAVORO

Tech support – where IT underpins work and life

 

Smartphones, tablets e dispositivi indossabili stanno avendo un effetto davvero rivoluzionario anche nel mondo del lavoro, lo stesso che hanno provocato i personal computer trent’anni fa. Sebbene le innovazioni siano all’ordine del giorno oggi, è più importante che mai familiarizzare ed interagire con questa tecnologia, in qualsiasi settore di mercato si operi.

Dispositivi e sogni

E’ sempre più chiaro il fatto che intraprendere una carriera professionale in ambito tecnologico non necessariamente significa lavorare solo nel settore high-tech.

Gli esperti prevedono che un’area chiave di crescita per il 2015 saranno i dispositivi “indossabili, ascoltabili e a portata di mano”, che interagiranno sempre più con noi, con i nostri smartphones e con l’ambiente circostante della nostra vita di tutti i giorni.

Smart glasses e smart watches sono stati gli articoli “indossabili” più pubblicizzati finora, partendo dalle aziende top della tecnologia come Apple e Samsung, fino ai giganti del settore dello sport, come Nike. Ma anche altri business stanno puntando sempre di più sulla tecnologia, e diversi esempi di nuovi dispositivi si stanno sviluppando ad esempio anche nella moda/fashion.

vI nuovi ritrovati tecnologici vedono vestiti con pannelli solari integrati per ricaricare smartphone mentre si è all’aperto, o la ‘smart’ T-shirts (lanciata nel corso dell’anno da Ralph Lauren), che segna l’inizio dei trend di crescita verso dispositivi sempre più attenti a monitorare il benessere e lo stato di salute dell’individuo.

Sembra però che la collaborazione tra high technology e alta moda, come afferma anche Fortune sia appena all’inizio.

High-tech healthcare

Ma in nessun altro settore la tecnologia sta avendo un ruolo più vitale che in quello dell’healthcare.

Mentre vestiti e capi di abbigliamento sempre più high-tech sembrano essere sviluppati in relazione a problematiche come monitorare il battito cardiaco o sincronizzarsi con le abitudini del sonno, ce ne sono altri che vengono sviluppati per, letteralmente, salvare la vita.

I ricercatori di Google stanno lavorando ad alcune lenti che avvertono i diabetici quando ci sono cambiamenti nel loro sangue dei livelli di zuccheri e che consigliano come modificare la dose di insulina richiesta, sensori che possono identificare l’inizio di attacchi epilettici, e il robot che cammina in modo indipendente lanciato lo scorso anno dall’azienda Rex Bionics potrebbe un giorno cambiare la vita di coloro che sono costretti su una sedia a rotelle.

Questi nuovi ritrovati sottolineano una reale necessità di sviluppare la tecnologia nel settore healthcare, per poter trarre il maggior vantaggio dalle nuove idee e soluzioni e stare al passo coi tempi.

“Telemedicine”, ad esempio, significa che i pazienti possono beneficiare 24 ore per 7 giorni a settimana dell’accesso a cure mediche, ma sarà poi anche richiesto ai dottori di cambiare il proprio approccio di visitare i propri pazienti. Grazie alla registrazione online ed alla tecnologia “indossabile”, questi ultimi possono avere velocemente a disposizione tutte le informazioni utili sulla persona da visitare.

Dalle sale operatorie sino alle passerelle, non c’è oggi un luogo di lavoro che non sia saturo di innovazione tecnologica. Fortunatamente i professionisti che operano nei vari settori di mercato stanno aumentando le proprie conoscenze informatiche, anche se ciò non significa che ce ne siano ancora abbastanza.

Le competenze STEM sono ancora poche nel mercato e lo rimarranno per molti anni. Dato che l’influenza della tecnologia cresce a ritmo incalzante in molti ruoli e settori, la gara per accaparrarsi i migliori talenti del settore IT diventerà intensa come mai prima d’ora.

Autore: Steve Weston, Chief Information Officer and Global Head of Corporate Accounts.

Fonte: The Hays Viewpoint

 

POST RECENTI

Hays lancia anche in Italia IT services
Marco nestasio nominato responsabile della divisione IT services

TENIAMOCI IN CONTATTO

Inviateci il vostro CV

Anche se per ora non vedete un progetto che corrisponda alle vostre competenze, inviateci lo stesso il vostro CV: itservices@hays.it.


Cercate un IT Contractor?

State cercando competenze informatiche difficili da reperire? I nostri esperti possono aiutarvi. Inviate la vostra richiesta a: itservices@hays.it


Per saperne di più

Tutto quello che vi serve sapere su Hays IT Services. Richiedete la brochure a: itservices@hays.it


Lavorare all’estero

Volete ampliare i vostri orizzonti? Date un’occhiata ai progetti Hays IT Contracting all’estero.

 

 

Hays ha aggiornato la propria Privacy Policy. Puoi trovare il nuovo testo qui. Questo sito utilizza i cookies. Se continui nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookies, ma puoi modificare le impostazioni sui cookie in ogni momento.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close